Google Foto

Il backup delle foto del proprio smartphone è essenziale per non perdere nulla, soprattutto quando la memoria del dispositivo è piena. Per far ciò alcuni utenti utilizzano delle memorie esterne SD, ma queste schedine potrebbero essere smarrite o, peggio, rompersi. La soluzione ideale per gli utenti Gsuite è Google Foto, un’applicazione che permette di salvare le foto in formato digitale e averle sempre a portata di click.

Google Foto, ritorno al passato: in distribuzione una funzione del 2016 -  HDblog.it

Attivando la sincronizzazione dell’account il salvataggio avviene automaticamente ogni qualvolta si scatta una foto o si gira un video.

L’applicazione può essere utilizzata in alternativa anche da pc e tablet ed è disponibile anche per dispositivi Apple.

Come fare il backup?

Google Foto è un’applicazione già integrata sugli ultimi dispositivi Android, mentre per gli altri è necessario scaricare l’app da Google Play Store. In alternativa si può utilizzare anche dal web con le credenziali dell’account Gsuite. Una volta  configurato il proprio account, sul dispositivo, basta cliccare su “Impostazioni” e attivare il backup. Di default il backup sarà fatto sempre in automatico non appena si attivi la modalità Wi-Fi. Per le altre modalità bisogna cambiare le relative impostazioni.

Il backup delle foto e dei video con Google comprende sia i contenuti presenti nella cartella “Camera”, sia quelli presenti in altre cartelle tipo “WhatsApp Images”, “Instagram Images”, etc. Una volta salvate in cloud le foto possono facilmente essere catalogate a proprio piacimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.