Privacy 2.0

Gli obiettivi degli hacker in ambito Web 2.0 non sono più le reti di computer ma le informazioni e le proprietà intellettuali memorizzate nel web. Pertanto non sono più sufficienti i classici mezzi di difesa. Il termine privacy 2.0 intende delineare un nuovo approccio alla gestione della privacy adeguato al Web 2.0. Coinvolge il furto di identità nei social network, la consapevolezza ed il diritto all’oblio, e la definizione stessa di social network.

In questo mondo così vasto ed insidioso bisogna prendere consapevolezza.
Quanti di noi, utilizzatori di social, hanno verificato le impostazioni della privacy? Quanti hanno letto i termini di accettazione del servizio in fase di registrazione? Quanti hanno monitorato i loro cambiamenti? Quanti hanno realmente la percezione di cosa sia il datamining, il behavioral advertising, profilazione massiva? Quanti si sono interrogati sulla “gratuità” dei servizi? Queste sono le domande che dobbiamo farci per cercare di capire e conoscere meglio il web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.