Ha senso colpire il computer con un pugno?

Temporaneamente può funzionare, ma il colpo potrebbe danneggiarlo ulteriormente. 

Assestare un pugno deciso a un apparecchio elettronico guasto – come succedeva con i jukebox nei telefilm Anni ’60 – può sbloccare la situazione: nei vecchi device, ricchi di componenti elettroniche, la “botta” poteva ripristinare una connessione difettosa, che comunque molto probabilmente sarebbe tornata a saltare di lì a poco. Lo stesso discorso vale anche per i moderni pc, ma in questo caso è bene andarci piano. Colpire un disco rigido, per esempio, potrebbe danneggiarlo definitivamente con eventuale perdita di dati: ecco perché è bene che la “manutenzione percussiva” – una pratica che consiste nell’indagare, con piccoli picchiettii dati in punti strategici, l’eventuale presenza di una connessione difettosa su un circuito stampato – sia lasciata agli esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.